Il medico al cinema e in tv


Questo speciale è dedicato a film o serie tv dedicati alla medicina, che ho visto e che penso valga la pena vedere. Si accettano consigli e suggerimenti!

******************************************************************

Patch Adams

Patch Adams

1998 – Patch Adams

Questo bellissimo film del 1998 narra la storia vera di Hunter “Patch” Adams, medico statunitense che ha avuto il grande merito di dar vita alla clownterapia o terapia del sorriso. Patch, medico innamorato del paziente ancor più che della medicina, ha trovato il senso della sua esistenza nell’aiutare il prossimo, non accettando un rapporto medico-paziente freddo, in cui i pazienti non hanno un nome ma sono “quello della 304” o “quello con il carcinoma del pancreas”. Secondo Patch, non bisogna curare le malattie ma le persone, perché una risata può essere più efficace di un antidolorifico. La sua passione travolgente gli ha permesso di creare una comunità medica, il Gesundheit! Institute, che ha fornito gratuitamente cure a migliaia di pazienti sin dal 1971, e che porta da anni in giro per il mondo la filosofia olistica di Patch.

Il film, con un Robin Williams eccezionale, ha reso famosa la vita di Patch, permettendo una rapidissima diffusione della clownterapia negli ospedali di tutto il mondo grazie all’opera di migliaia di volontari. Insomma, Patch, sei un esempio per tutti noi!

Il trailer del film: http://www.youtube.com/watch?v=MmxbJrrh_Sk
Il sito del Gesundheit! Institute http://www.patchadams.org

******************************************************************

La Cittadella

La Cittadella

1938 – La Cittadella

Questo film in bianco e nero narra le vicende di un giovane medico, il Dottor Manson: dapprima galvanizzato dai primi passi nella medicina praticata sul campo (una medicina eroica, tra parti difficili e il dramma della tubercolosi nei minatori), il giovane medico finisce poi per farsi ammaliare dalle lusinghe di una professione messa al servizio di ricchi ipocondriaci, disposti a pagare cara (in termini monetari!) anche la sua sola presenza durante un intervento chirurgico. Ma la redenzione è dietro l’angolo, e il Dottor Manson finirà per capire i propri errori e tornare sui suoi passi, ai tempi in cui diceva orgoglioso “non mi farò influenzare dall’ignoranza e dalla superstizione. Sarò sordo a tutto e farò tutto il possibile per completare le mie ricerche“.

Da Youtube: il Dottor Manson, alle prese con un parto difficile, alla fine esclama “Ora sono un medico!” http://www.youtube.com/watch?v=GtQTxzjAp94
Altre info sul film: http://en.wikipedia.org/wiki/The_Citadel_(film)

******************************************************************

Il medico della mutua

Il medico della mutua

1968 – Il Medico della Mutua

Un classico del cinema italiano, in cui il grandissimo Alberto Sordi ci mostra com’era organizzata l’assistenza sanitaria nel nostro Paese negli anni ’60. Uno spaccato di vita veramente imbarazzante… un sistema sanitario in cui corruzione, imbrogli, raccomandazioni erano la norma, alla ricerca dei pazienti mutuati visti come prede da cacciare per accalappiarsi più soldi, a discapito dell’assistenza e del rapporto medico-paziente (inesistente). Un esempio? “Ah Dottò, c’ho un po’ de cerume dentro all’orecchio, non ce sento” “Vediamo un po’… Ammazza, lo chiami cerume? Ma questo è fango! Tu sei sordo!” “Ah Dottò, ma l’orecchio mica è questo, è quest’altro!!!” “Dici? Vediamo.. ahie, peggio! Lavaggio!
Una commedia dolce-amara, che vuole essere in realtà una durissima critica di questo sistema marcio, che per fortuna oggi non c’è più.

La colonna sonora del film è di Piero Piccioni, e il tema principale è “Samba Fortuna” che potete  ascoltare qui: http://www.youtube.com/watch?v=Sieqn5Q8_T8. Tale branno venne poi rivisitato e reso l’indimenticabile “Marcia di Esculapio”, che accompagna gli spostamenti dei medici all’interno di Villa Celeste nel sequel de “Il Medico della Mutua” (“Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue“, vedi sotto).

Una scena del film (Le visite a razzo del Dott. Tersilli):
http://www.youtube.com/watch?v=cozlZC4DFHY&feature=related

Per approfondire consultate Wikipedia a questo link:
http://it.wikipedia.org/wiki/Il_medico_della_mutua

******************************************************************

Il Prof. Dott. Guido Tersilli primario della clinica villa Celeste

Il Prof. Dott. Guido Tersilli primario della clinica villa Celeste

1969 – Il Prof. Dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue

In questo sequel de “Il Medico della Mutua“, ci viene ulteriormente illustrato tutto il peggio della medicina esercitata come mezzo per arricchirsi alle spalle dei malati, delle mutue… e persino dei colleghi. Il mondo della sanità continua purtroppo a non essere del tutto pulito, ma la grande riforma del 1978, che ha dato vita al Sistema Sanitario Nazionale, ha avuto il grande pregio di estendere a tutti i cittadini la completa copertura assistenziale gratuita, cancellando le terribili iniquità che si verificavano precedentemente. Nel mondo del Dott. Tersilli, e soprattutto nella sua clinica privata, Villa Celeste, i pazienti hanno per nome quello della propria mutua e sono selezionati per il ricovero sulla stessa base, insieme al tipo di patologia (“Io a villa Celeste voglio battesimi, non funerali!“). Il paziente diventa una pedina in un gioco più grande di lui, in cui il rapporto medico-paziente non esiste (“Signora, come vanno i suoi occhi?” “Male! Non ci vedo!” “Beh…Occhio non vede, cuore non duole!“) e persino il vitto è un mezzo per fare economia (“Dottore, quelle coscette di pollo sono dieci giorni che vanno e vengono dal frigorifero, bisogna cambiarle, i pazienti si rifiutano di mangiarle” “Meglio, anzi, potremmo farle di plastica!“).

Riassumendo, una commedia divertente, recitata magistralmente, che fa sorridere e anche inorridire per il sistema delle cliniche private che vigeva allora. Per approfondire consultate Wikipedia a questo link:
http://it.wikipedia.org/wiki/Il_prof._dott._Guido_Tersilli_primario_della_clinica_Villa_Celeste_convenzionata_con_le_mutue

******************************************************************

Giuseppe Fiorello interpreta Giuseppe Moscati

Giuseppe Fiorello interpreta Giuseppe Moscati

2009 – Giuseppe Moscati – L’amore che guarisce

Ho avuto il piacere di vedere la fiction Rai “Giuseppe Moscati – L’amore che guarisce”, che mi ha fatto conoscere un grande medico italiano, morto a soli 46 anni e proclamato santo da Papa Giovanni Paolo II nel 1987. Oggi si parla correntemente del rapporto medico-paziente, ma Moscati è stato uno dei primi a battersi per una medicina umanizzata, vissuta al letto del malato, con il malato e la sua famiglia, nonostante da secoli la medicina avesse insegnato al medico ad essere su un piano superiore, estremamente distaccato dal malato. Celebre anche come ricercatore e professore universitario, rinunciò alla sua cattedra nel 1917, per rimanere in ospedale, vicino ai suoi infermi, cui dedicò tutta la sua vita, curando i più poveri gratuitamente ed aiutandoli economicamente.
Nonostante fosse uno scienziato, Moscati non vedeva contraddizioni tra scienza e fede. Sosteneva: “Non la scienza, ma la carità ha trasformato il mondo, in alcuni periodi; e solo pochissimi uomini son passati alla storia per la scienza; ma tutti potranno rimanere imperituri, simbolo dell’eternità della vita, in cui la morte non è che una tappa, una metamorfosi per un più alto ascenso, se si dedicheranno al bene.”
La fiction è interpretata magistralmente da Giuseppe Fiorello e Ettore Bassi, quest’ultimo nei panni dell’amico Giorgio, anch’egli medico, ma calato nel suo tempo, ovvero attaccato a fama e soldi più che a malati e malattie. Leggi altre informazioni sul sito della Rai (con foto ed interviste) a questo link: http://www.raifiction.rai.it/raifiction2006fiction/0,,2763,00.html. E’ possibile vedere le due puntate gratuitamente in Streaming cliccando QUI. Per approfondire consultate Wikipedia a questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Moscati

******************************************************************

Gifted Hands - Il Dono

Gifted Hands – Il Dono

2009 – Gifted Hands – Il Dono

La storia vera di Benjamin Carson, interpretata dal come sempre ottimo Cuba Gooding Jr.  Benjamin è un ragazzo di colore cresciuto in una periferia americana dalla madre e dal fratello maggiore tra mille difficoltà economiche e sociali. Ben decide di riscattare se stesso e la sua famiglia diventando neurochirurgo: dopo aver affrontato le fatiche dello studio e gli ostacoli del razzismo, Benjamin realizza il suo sogno, e diventa un professionista stimato in tutto il mondo.

Ecco il trailer: http://www.youtube.com/watch?v=AmiDwytfvbA. Per approfondire consultate Wikipedia a questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/Gifted_Hands_-_Il_dono

Annunci

2 Risposte to “Il medico al cinema e in tv”

  1. mondinvisibili Says:

    Tutti film molto belli, altri titoli “di spessore”:
    1)Il Dottor Zivago.
    2)Frankenstein Junior.

    Ho letto diverse biografie su Moscati, Uomo e Medico davvero notevole, d’altri tempi, l’ho citato anche in un articolo sul Prof. Cardarelli, sul mio blog!

    Per quanto riguarda Patch Adams, ho avuto modo, di scambiarci 2 battute, gli stavo dando la mano, e lui invece mi ha abbracciato, gesto questo alla base di una delle sue teorie sul “contatto umano”…….persona fantastica!!

  2. Grazie mille Mondi, non appena possibile aggiungerò anche i titoli che hai segnalato!
    Quanto a Patch…quell’uomo è superiore. Ha capito tutto. E’ un esempio per tutti noi!
    A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: