Frenulo linguale corto

La lingua è un organo muscolare estremamente mobile, in grado di produrre movimenti in tutte le direzioni e di svolgere numerose funzioni. Il frenulo linguale è la piega mucosa che connette la linea mediana della superficie inferiore della lingua al pavimento della cavità buccale.

Anchiloglossia

Anchiloglossia – Frenulo linguale corto (fonte: Hall DM – Tongue Tie – 2005)

Si parla di frenulo linguale corto (per gli anglosassoni tongue-tie) quando il frenulo linguale si presenta corto, ancorando la lingua al pavimento della cavità orale e quindi limitandone la protrusione al di là dei denti incisivi inferiori. Si tratta di un’anomalia congenita di cui non esiste una definizione univoca: per tale motivo non esistono neppure dati precisi sulla sua prevalenza, sebbene si parli del 4-5% della popolazione generale, con una lieve prevalenza nei maschi (2,5 : 1). Mancano dati certi anche sulla storia naturale, sulla sospetta origine ereditaria e su necessità e tempistica del trattamento chirurgico.

Il frenulo corto può presentarsi con diversi gradi di severità: di conseguenza può essere asintomatico o causare alcuni problemi. Il frenulo corto può innanzitutto ostacolare l’allattamento nei neonati, in quanto il bambino può non essere in grado di attaccarsi al seno in maniera appropriata o di produrre una suzione efficace, con conseguente alterazione del drenaggio del latte dalle mammelle (fino a provocare una mastite), dolore ai capezzoli, rallentamento della crescita del bambino per riduzione dell’introito di latte. Il frenulo corto provoca meno problemi se l’allattamento è al biberon, per la diversa meccanica della suzione (che è meno difficoltosa). Ad ogni modo, il frenulo corto sembra limitare l’allattamento al seno solo in una piccola percentuale di casi.

Il frenulo corto può anche rendere difficile l’articolazione delle parole e quindi rallentare lo sviluppo del linguaggio. Per la produzione dei fonemi e l’articolazione delle parole è infatti necessario un range molto vasto di movimenti della lingua, che deve interagire con palato e denti: se ciò non è possibile si possono riscontrare anomalie nella pronuncia di consonanti quali t, d, l, n, r. In questi casi la logopedia può migliorare il quadro, ma se il frenulo è molto corto è necessario associare il trattamento chirurgico.

La presenza di un frenulo linguale corto può rendere difficoltosa anche la pulizia orale e può impedire di suonare certi strumenti a fiato, ma anche di leccare cibi o baciare (con tutti i problemi psicologici e sociali che ne conseguono). Infine, un frenulo linguale estremamente corto può provocare anomalie dello sviluppo della mandibola.

E’ importante sottolineare il fatto che, per quanto sia l’ispezione a far porre il sospetto di frenulo corto (con la protrusione la lingua assume un aspetto a cuore o a omega), ciò che fa veramente la differenza è il grado di limitazione della mobilità della lingua. Il vero frenulo corto è quello che provoca la anchiloglossia (ovvero la riduzione dei movimenti della lingua), dal momento che alcuni autori hanno descritto casi di frenulo corto ma con elasticità tale da essere sufficiente per far muovere la lingua a dovere. Il grado di anchiloglossia (lieve, moderata, severa) è valutabile solo soggettivamente. Inoltre, bisogna ricordare che nel neonato il frenulo può essere fisiologicamente corto per svilupparsi poi nei primi 12 mesi insieme alla coordinazione dei muscoli linguali.

Nei casi più severi è necessario ricorrere all’intervento chirurgico di frenulotomia: tale intervento, che è risolutivo, veniva eseguito già nel 18° secolo, quando le ostetriche erano solite farlo alla nascita, per mezzo delle unghie. Nei neonati con difficoltà nella suzione va praticato in anestesia locale entro la prima settimana di vita, mentre nei bambini con gli altri problemi (disartria e via dicendo) non esiste una tempistica precisa ed è il chirurgo a dover stabilire quando intervenire, nell’interesse del paziente. Anche se l’intervento è solitamente facile (sezione del frenulo con le forbici chirurgiche senza sutura della ferita onde evitare cicatrici che riproporrebbero il problema) deve essere eseguito da operatori esperti per evitare le rare complicanze (sanguinamento per accidentale lesione della vena profonda della lingua, danni accidentali al dotto di Wharton). Dopo l’intervento, i neonati sono subito in grado di riprendere ad alimentarsi al seno. Di recente è stato anche introdotto l’uso del laser per questo intervento (vedi QUI). Solo raramente è necessario un vero e proprio intervento di frenuloplastica.

Per approfondire leggette questa bella review di Hall:
2005  – Hall DM – Tongue tie
e questo articolo di Messner:
2000 – Messner AH – Ankyloglossia: incidence and associated feeding difficulties
Annunci

47 Risposte to “Frenulo linguale corto”

  1. Articolo molto interessante, ma non si parla delle terapie da adottare negli adulti nei casi ovviamenti non così gravi da non potersi nutrire in età infantile. La mia curiosità è questa, sapere le terapie negli adulti.
    Grazie.

  2. atlantemedicina Says:

    Beh, le terapie sono le stesse, ovvero è necessario ricorrere al logopedista in caso di disartria ed eventualmente dal chirurgo per risolvere definitivamente il problema. Ovviamente la strategia terapeutica va decisa sulla base della severità del quadro e dal suo impatto sulla qualità della vita del soggetto.

  3. Finalmente ho trovato un sito “chiaro” dove gli argomenti vengono trattati con tanta naturalità che li capisco persino Io!! Sono al secondo anno di Infermieristica ed non avendo una formazione liceale compatibile con la medicina, molti argomenti sono dificili da assimilare. Sicuramente consulterò questo sito molto spesso. Grazie per condividire il suo sapere.

  4. atlantemedicina Says:

    Grazie a te per il commento e in bocca al lupo per i tuoi studi!! 😉

  5. neofrieda79 Says:

    Che bell’articolo, complimenti! Mia figlia ha avuto da sempre problemi di suzione, ma nel suo caso probabilmente il frenulo ai limiti di lunghezza era solo una delle concause. Le consulenti che l’han vista (IBFAN, LLL, Pediatria di Comunità in un ufficio preposto) han ritenuto di non intervenire. All’epoca avevo anche provato una serie di esercizi per stimolarla a protrudere la lingua, ma con scarso successo. Ora che ha 14 mesi ha finalmente trovato una strategia efficace di suzione, forse un pochino c’entra, come riporti tu, un fisiologico allungamento.
    Grazie, Elisa!

  6. atlantemedicina Says:

    Di niente, e grazie a te per aver contribuito al blog con il tuo commento!
    😉 Ciao!

  7. Anche mio figlio ha il frenulo sottolinguale corto. Lui ha 6 anni da poco compiuti. Nessuno me lo aveva fatto mai notare. Lallazione nei tempi giusti e ha iniziato a parlare molto presto e ben comprensibile da tutti. Solo il dentista me lo ha fatto notare rimarcando la difficoltà nella deglutizione (cosa che non avevo mai notato visto che non avevo latte e che ho usato il biberon). Ne consegue anche il morso crociato. E’ necessario tagliare….ma vorrei aspettare perchè temo soffra. Si fa con il laser oramai ovunque? Aspetto troppo? Come avviene l’operazione con il laser?

  8. atlantemedicina Says:

    Sulla tempistica, se il bambino ha difficoltà a deglutire forse conviene intervenire rapidamente. In merito al laser, non ti so dire quanto tale metodica sia diffusa nel nostro Paese; ad ogni modo, qui trovi informazioni sull’intervento:
    http://www.dentisti-italia.it/casi_clinici/laser-dentale/26_frenulectomia-linguale-con-laser-a-diodi.html

  9. Che bell’articolo, complimenti! Mia figlia ha avuto da sempre problemi di suzione, ma nel suo caso probabilmente il frenulo ai limiti di lunghezza era solo una delle concause. Le consulenti che l’han vista (IBFAN, LLL, Pediatria di Comunità in un ufficio preposto) han ritenuto di non intervenire. All’epoca avevo anche provato una serie di esercizi per stimolarla a protrudere la lingua, ma con scarso successo. Ora che ha 14 mesi ha finalmente trovato una strategia efficace di suzione, forse un pochino c’entra, come riporti tu, un fisiologico allungamento. Grazie, Elisa!

  10. atlantemedicina Says:

    Grazie a te per il commento! 😉

  11. Il mio bimbo ha 8 mesi e il frenulo linguale corto. Non sono riuscita ad allattarlo e forse il motivo è proprio questo. La pediatra mi ha suggerito di aspettare che inizi a parlare per verificare se può dargli dei problemi. Ora ho un dubbio: ho notato che i 2 dentini superiori rientrano rispetto a quelli inferiori, può essere una consegenza del frenulo lingaule corto?

  12. Beh, di certo la mobilizzazione della lingua influisce sullo sviluppo del cavo orale, ma è difficile dire se e in quale misura possa influenzare la posizione dei denti. Attualmente le indicazioni principali per l’intervento di frenulotomia sono la difficoltà nell’alimentazione e nella parola. Concordo sull’attendere prima di fare qualsiasi cosa, dal momento che il frenulo può svilupparsi in lunghezza nei primi 12 mesi di vita.

  13. Buongiorno,
    ho 24 anni e ieri mi sono sottoposto a una visita da un odontoiatra posturale consigliatomi dopo aver eseguito la stabilometria dalla quale si poteva vedere una malocclusione che potenzialmente è la causa dei miei frequenti capogiri. L’odontoiatra ha consultato la panoramica e l’esame stabilometrico da me portati in studio, dopo di che è passato a visitare la mia bocca. Durante questa visita, mi è stato detto che il mio problema non si può risolvere semplicemente con l’applicazione di un bite in quanto ho il frenulo linguale corto e quindi prima di ogni cosa, dovrei sottopormi a una frenulectemia, poi ad una esercitazione con logopedista e solo da ultimo si potrà valutare se potrò portare il bite correttivo. Secondo l’odontoiatra le mie probalibilià di riuscita per il recupero della malocclusione sono del 50%. Questa malocclusione mi provoca anche irrigidimento del collo e quindi problemi di dolenzia alle spalle; secondo quanto dettomi dallo specialista questo problema dovrebbe alleggerirsi giè in parte con l’intervento al frenulo linguale. Sono molto indeciso in quanto ho paura di ritrovarmi anche con dei problemi di parola o pronuncia. Potete darmi un consiglio o dei suggerimenti su eventuali altri accertamenti?
    Grazie
    Stefano

  14. L’intervento di frenulectomia è solitamente sicuro e non provoca danni all’eloquio, specie se viene seguito da sedute dal logopedista. Parlane comunque con il tuo medico, e, in merito ai tuoi problemi di malocclusione, se la consulenza che hai fatto non ti ha convinto o soddisfatto, fanne un’altra…un secondo parere potrà solo aiutarti a decidere cosa fare.
    A presto!
    AM

  15. Anonima Says:

    Salve, io ho 16 anni e mi sono accorta che da poco tempo il frenulo linguale (credo) mi si sta riducendo, non riesco a toccarmi il palato con la lingua quando tengo la bocca aperta, e vorrei sapere quanto costa l’operazione (in media), prima di andare da un medico per farmi visitare.
    Grazie mille in anticipo. =)

  16. Dovresti innanzitutto farti visitare per verificare se è davvero un qualche processo fibrotico a carico del frenulo a causare i tuoi problemi. Se è davvero così, credo che l’intervento sia coperto dal Sistema Sanitario Nazionale.

  17. Anonima Says:

    Grazie mille, seguiro’ il suo consiglio e andro’ a farmi visitare 😉

  18. Io proprio oggi ho subito quest’intervento, mi è stato tagliato il frenulo ed il chirurgo ha messo due punti…l’ho fatto perché ho qualche difficoltà nel parlare e non riesco a scandire le parole con precisione, spesso parlo in modo veloce ma confuso! Ho però la sensazione (a pelle, l’ho fatto da poco) che i movimenti della lingua non siano di molto più liberi…sarà una mia impressione? Non credo di essere un caso tanto grave… 🙂

  19. Beh, a caldo è difficile valutare la riuscita dell’intervento in termini di miglioramento della mobilità della lingua, dal momento che i tessuti saranno sicuramente un po’ edematosi..datti qualche giorno prima di disperare! 😉

  20. sara speri Says:

    Ho 40 anni. Questa mattina sono stata dal posturologo il quale mi ha detto che ho il frenulo un po’ corto e che potrebbe dipendere da quello il mio mal di schiena (lordosi) e anche il non riuscire a mantenere una dieta (sono abbondantemente sovrappeso). Anche altre cose che però la mia ignoranza in questo campo fa sì che io non riesca a spiegarle correttamente.

  21. Per carità, tutto può essere, ma francamente dubito fortemente che un frenulo linguale possa interferire con la lordosi e tanto meno con la dieta!

  22. elisabetta Says:

    Buongiorno, ho un bimbo di 6 anni con il frenulo linguale corto: la punta della lingua non si vede e la stessa ha un aspetto a cuore. A breve si sottoporrà ad intervento e vorrei avere informazioni sulla fase post operatoria, tempi di cicatrizzazione, cura della parte, controindicazioni particolari. Grazie

  23. Cara Elisabetta, AM non è un sito di consulenze mediche, di conseguenza tutti i dettagli del post operatorio devono essere forniti dal medico che eseguirà la procedura (considera che esistono diversi tipi di intervento eseguibili per il frenulo corto -da scegliere in base al grado di severità di questa anomalia- e di conseguenza il post operatorio non è uguale per tutti, anche se a grandi linee di solito non sono necessarie cure particolari e il recupero è piuttosto rapido).

  24. Ciao ho 21 anni poco tempo fa sono stata dall’odontoiatra che mi ha detto che ho il frenulo linguale corto,e che per questo non riesco a degludire bene e che mi dovrei operare ma nell’indecisione ho fatto passare del tempo e ora ho problemi seri a deglutire e di conseguenza a respirare. Vorrei sapere se corro dei rischi di soffocamento o qualsiasi altro tipo di rischio fisico o mentale…

  25. Come già detto più volte nel blog, Atlante Medicina non è un sito di consulenze mediche.. ad ogni modo, francamente non credo che il frenulo corto sia la causa delle tue difficoltà nella deglutizione, perché, se lo fosse davvero, in teoria avresti dovuto presentare il problema parecchio tempo fa, e non ora, all’improvviso.. Il mio consiglio è di rivolgerti al tuo medico di fiducia per chiedergli un parere. Ciao!

  26. Ciao a tutti! Ho subìto, circa 10 giorni fa, una frenulectomia al frenulo linguale. Preciso che l’odontoiatra ha effettuato tale intervento utilizzando un “laser con fibra a contatto” (così, il medico in questione, ha definito l’attrezzo utilizzato). Il mio problema è che, contrariamente a quanto preventivatomi dal chirurgo, il decorso post-operatorio è alquanto problematico. Nello specifico, da ormai 7/8 giorni, ho dei forti dolori al di sopra della lingua e, soprattutto, nel punto interessato dall’operazione, con relativo rigonfiamento e forte infiammazione delle circostanti mucose sub-linguali. Per non parlare di un brandello di tessuto (immagino facente parte in origine del frenulo in argomento) che rimane scollato all’altezza della base interna delle genvive inferiori. Quindi mi chiedo se tutto ciò, a distanza di 10 gg dall’intervento, è normale!?… In attesa di cortese risposta, Vi ringrazio anticipatamente

  27. Dolore e gonfiore possono presentarsi dopo un intervento, ma se i sintomi persistono o peggiorano devi farti controllare dal chirurgo che ti ha operato o dal tuo medico di famiglia. Quanto al residuo del frenulo, se ti dà fastidio puoi farlo asportare. Ciao!

  28. Salve sono una ragazza di 33 anni, il mio problema è che ho la gengiva interna di un dente inferiore molto bassa collegata al frenulo della lingua. Il mio odontoiatra mi ha detto che il frenulo linguale è corto quindi dovrei fare un piccoloo intervento con il laser, perche essendo corto mi tira la gengiva nei miei movimenti con la lingua. Io ho un po’ paura di farlo, non vorrei avere poi dopo complicazioni nel linguaggio, perché non ne ho di questi problemi…

  29. Cara Giusy, l’intervento di frenulectomia è solitamente semplice e sicuro e, salvo complicazioni, non provoca danni all’eloquio, specie se eseguito da personale esperto. Parlane comunque anche con il tuo medico. A presto! AM

  30. stefania Says:

    Troppi problemi, ansie, preoccupazioni, per una cosa così banale. Si sono accorti che mia figlia aveva il frenulo linguale corto (legato alla punta della lingua) dopo 1 mese dalla nascita. Il taglietto è durato 1 secondo, mezza goccia di sangue e allattamento al seno e biberon senza nessun fastidio! Si parla perfino di laser…. ovviamente il taglietto non costa nulla ma se il chirurgo pediatra o otorino fa l’intervento col laser ha un bel compenso dal sistema sanitario nazionale: un secondo di laserterapia per cifre pari o superiori alle 800 euro. Complimenti

  31. Grazie per la tua testimonianza Stefania: non a caso una volta le ostetriche tagliavano il frenulo addirittura con le unghie!!! Certo era un’esagerazione al contrario…credo che, come in tutte le cose, ci voglia buon senso e una attenta valutazione di ogni singolo caso (il tipo di intervento va scelto in base al quadro clinico del paziente e al grado di severità della malformazione).

  32. rosanna Says:

    Ciao ho effettuato circa un mese fa un intervento per allungare il frenulo della lingua, è andato tutto bene, solo che ho sempre la sensazione di avere la lingua bruciata e di sentire più ora rispetto a prima che il frenulo tira provocando qualche problema nel parlare e producendo un eccesso di salivazione. Il dentista dice che va tutto bene, ma io mi chiedo se tutto questo è normale?

  33. Probabilmente si tratta delle comuni sensazioni che si verificano nel postoperatorio… Ti consiglio comunque di continuare a farti controllare dallo specialista che ti ha operato per verificare che pian piano torni tutto nella norma, visto che è già passato parecchio tempo dal giorno dell’intervento.

  34. Salve! La mia bimba, Sofia, di appena 2 giorni, aveva il frenulo corto. La neonatologa in ospedale mi ha consigliato di farli intervenire subito con un piccolo taglietto. Mi ha spiegato che fatto ora e’ piu semplice che in eta’ avanzata. Cosi’ ho dato il mio consenso ed e’ andato tutto bene!

  35. Complimenti per l’articolo, esauriente e semplice da capire. Ora espongo il mio problema: ho 22 anni, è fin da quando son bambino che so di avere il frenulo corto, che mi ha causato il difetto fonemico della erre moscia, non solo, dopo un lungo discorso mi sento la bocca stanca e la lingua pesante..per non parlare di quando bacio. Da qualche giorno ho iniziato ad esercitare l’articolazione della lingua con esercizi logopedici, ma la mia volontà sarebbe quella di eseguire un intervento. A chi mi devo rivolgere?? Ho un po’ di paura per l’intervento, se dovesse andare male avrei delle complicazioni maggior a parlare??

  36. francesco Says:

    Ho un bambino di nove mesi con il frenulo linguale corto. All`età di tre mesi chiesi alla pediatra cosa fare. Questa mi rispose di aspettare ai sei mesi. Raggiunta l`età stabilita feci una visita dal chirurgo il quale mi disse che sarebbe stato utile intervenire prima della dentizione già avanzata nel bambino, così da operare senza anestesia e in pochi minuti si sarebbe risolto tutto. Allo stato attuale delle cose consigliava di lasciare stare ed intervenire solo più avanti poiché avremmo dovuto sottoporre il bambino(troppo piccolo) ad anestesia totale.

  37. Massimo Says:

    Ho subito questa mattina l’asportazione del frenulo linguale. Ho deciso su consiglio del mio osteopata che da al frenulo corto la colpa delle mie contrazioni a livello mascellare. Queste contrazioni si ripercuotono poi a livello cervicale ed alla schiena. L’intervento in ambulatorio è durato 1 ora circa e non è stato doloroso (a parte il fastidio delle punture di anestesia). Ho ancora un po di anestesia ma direi che dolore alla lingua non ne sento. Piuttosto mi fanno male le mascelle, i denti e la cervicale. Credo che non mangerò sino a domattina. Sono rimasto sconcertato quando mi sono visto la lingua allo specchio. Pensavo che tagliando il frenulo la lingua rimanesse pressochè uguale con la cicatrice del laser ma, quando l’ho vista con la parte sotto aperta mi ha fatto effetto. Speo in una celere guarigione, accompagnata da esercizi di allungamento.

  38. @Simone: Per l’intervento devi rivolgerti a un reparto di Chirurgia Plastica o Maxillo-Faciale. Quanto all’intervento in sè, nella stragrande maggioranza dei casi è semplice e non comporta problemi, ma è sempre un intervento, e di conseguenza non esiste un intervento a rischio zero. Il chirurgo ti darà tutte le informazioni del caso.

  39. @Massimo: l’intervento era recente quando hai scritto il commento… immagino che dopo qualche giorno la situazione sia migliorata!

  40. @francesco: Come spesso accade in Medicina, i medici non sempre hanno lo stesso parere. Prova a sentirne un terzo! 😉

  41. Sono una ragazza di 14 anni e tra un mese dovrò fare l’intervento al frenulo linguale….io ho paura che mi faccia male nei giorni seguenti e non conosco nessuno a cui chiederlo. Potresti rispondermi?

  42. @Debora: Come già scritto, questo tipo di intervento nella stragrande maggioranza dei casi è semplice e non comporta problemi, ma è pur sempre un intervento, e un piccola quota di dolore post operatorio (seppur controllabile con semplici antidolorifici) è da mettere in conto.

  43. Stefania Says:

    L’intervento per frenulo linguale corto dovrebbe essere eseguito subito dopo la nascita. Comporta la perdita di alcune gocce di sangue e assolutamente poco o nessun dolore al neonato che, senza alcuna terapia in particolare, può allattarsi tranquillamente al seno materno o tramite biberoon senza alcun problema. L’intevento è ambulatoriale, non richiede alcun ricovero.

  44. La disartria è un disturbo motorio primario, dovuto alla lesione delle vie nervose che conducono ai muscoli deputati alla fonazione ed all’articolazione della parola, non può certamente essere provocata da un frenulo linguale corto. Impreciso.
    Al massimo si potrebbe parlare di difetti dell’articolazione.

  45. Salve, il mio dentista mi ha fatto presente che ho il frenulo linguale corto, nonostante io gia lo sapessi, e mi ha fatto presente che dovrei fare la frenulectomia… lui mi ha mostrato l’apparecchio che userà per farla ed è lo stesso che usa per bruciare le verruche (tipo saldatore per apparecchi elettronici) è un buon metodo?

  46. @mrgatto, correggiamo, grazie, e scusa per il ritardo

  47. @Vittorio: come già detto, AM non è un sito di consulenze mediche, di conseguenza tutti i dettagli devono essere forniti dal medico che eseguirà la procedura (considera che esistono diversi tipi di intervento eseguibili per il frenulo corto -da scegliere in base al grado di severità di questa anomalia- e di conseguenza non si può generalizzare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: