Follicolite e strofulo

La FOLLICOLITE è una infiammazione dei follicoli piliferi: la follicolite deriva da un insulto del follicolo, per lo più dovuto alla rasatura, all’attrito dei vestiti o a punture d’insetto, a cui si sovrappone una infezione da germi Gram +, per lo più Staphylococcus aureus.

Il follicolo infetto si presenta eritematoso (lesione di 2-5 mm di diametro) con una pallina di pus in superficie, che può evolvere in una crosta giallastra. Di solito l’infezione coinvolge più follicoli e il paziente presenta prurito; se l’infezione è profonda può essere presente dolore. La follicolite può interessare qulasiasi zona del corpo (tranne le superfici prive di follicoli piliferi, quali palmi delle mani, piante dei piedi, mucose), ma interessa più frequentemente il viso (nei maschi, per la rasatura della barba), il cuoio capelluto, la metà superiore del tronco (spalle, solco inframammario, ascelle), natiche e cosce,  inguine.

E’ più frequente nei soggetti affetti da diabete, dermatite o obesità, nei soggetti sottoposti a trattementi steroidei locali, negli immunocompromessi, nei bambini che portano abiti stretti, negli atleti, ma soprattutto… nei posti con clima caldo umido.

La follicolite stafilococcica è molto contagiosa e si diffonde mediante il contatto diretto o scambiando i rasoi, gli asciugamani, i vestiti o attrezzatura sportiva. In corso di follicolite è necessario utilizzare i rasoi elettrici, che non tagliano i peli così vicino all’ostio del follicolo come quelli a lama. Per prevenire la follicolite è necessario utilizzare abiti comodi, lavare gli abiti dopo ogni utilizzo sportivo, la disinfezione degli attrezzi sportivi, non scambiarsi rasoi e asciugamani, mantenere una igiene corretta e la cute integra.

Il trattamento si basa sull’impiego di antisettici locali (Amuchina diluita o simili) e pomate antibiotiche da applicare almeno 2-3 volte al giorno fino alla risoluzione del quadro. In caso di scarsa risposta o di follicolite profonda si può associare un trattamento antibiotico a largo spettro per bocca.

Follicolite (tratto da: www.dermnet.com)

Follicolite (tratto da: http://www.dermnet.com)

Vi ricordo che la follicolite non è ACNE. L’acne è un’entità ben diversa, che interessa le ghiandole sebacee (il follicolo è ripieno di sebo, che è iperprodotto, e di cellule desquamate). Visivamente le due entità sono simili, ma le sedi sono diverse, senza contare il fatto che la follicolite colpisce soggetti di qualsiasi età e di solito dura solo qualche giorno o settimana, mentre l’acne colpisce soprattutto gli adolescenti e dura per anni. Nell’acne, inoltre, gli elementi caratteristici sono i comedoni (i punti neri). La follicolite non è neppure IMPETIGINE, che è una infezione batterica della cute, caratterizzata da vescicole a contenuto chiaro che poi si rompono dando vita a croste giallastre (vedi: http://www.dermacaputo.it/Patologie/Impetigine.html).

Per finire, esistono alcune forme particolari di follicolite:

– La Follicolitis barbae, che è un altro nome per indicare la follicolite della zona della barba, dovuta alla rasatura;
– La Pseudofollicolitis barbae, ovvero i peli incarniti (quei peli che continuano a crescere all’interno della cute, provocando un’infiammazione che non è di origine batterica, ma solo irritativa);
– La Sicosi barbae è una follicolite profonda dell’area della barba, che può lasciare cicatrici;
– La Follicolite eosinofila, tipica degli immunodeficienti.

Per approfondire la follicolite e per vederne alcune immagini cliccate qui: http://www.healthhype.com/folliculitis-pictures.html

——————————————————————————————————-

Con STROFULO si intende una particolare forma di orticaria (orticaria papulosa), caratterizzata da papule molto pruriginose, eritematose, che talora presentano una vescicola sulla loro sommità e che si presentano in gettate successive per circa 1-2 settimane. La causa non è certa, ma pare sia provocata da punture di insetti o parassiti di animali domestici, soprattutto in estate, in soggetti sensibilizzati ad essi mediante precedenti punture: in pratica il soggetto sensibilizzato, tipicamente un bambino, risponderebbe alle punture in maniera esagerata, presentano le lesioni per lo più a livello degli arti inferiori o del tronco (la reazione sarebbe mediata da immunocomplessi: reazione allergica di 3° tipo). Negli anni il soggetto tende a diventare tollerante e quindi lo strofulo si riduce di intensità fino a sparire. Ad ogni episodio le lesioni possono passare da sole dopo 1-2 settimane, ma se necessario si possono utilizzare degli antistaminici per bocca per il prurito o repellenti per i parassiti in caso si sospetti una colonizzazione.

Strofulo (tratto da: http://www.dermatologialegale.it)

Strofulo (tratto da: http://www.dermatologialegale.it)

Attenzione a non confondere gli strofuli con la SCROFULA, che è invece una manifestazione cutanea della tubercolosi (infiltrato tubercolare sottocutaneo tendente alla colliquazione, che si trova in corrispondenza di un focolaio tubercolare osseo o linfoghiandolare)!

Annunci

24 Risposte to “Follicolite e strofulo”

  1. Da circa 2anni e mezzo sono affetta da follicoliti continue specie ai glutei e alla parte posteriore delle ascelle. Io sono convinta di essere affetta da parassitosi ma da tante visite che ho effettuato non risulta. Le prove allergiche sono tutte negative e l’IgE era 90,4 (questo circa un anno fa). Oggi continuo a tormentarmi, anche in famiglia sono convinti di una mia fissazione, ma io sento camminare e continuamente vedo piccole larve che messe nello scocth non risultano parassiti. Appena uso un antiparassitario sto molto meglio ma già il giorno dopo torna il tormento con dei granellini in tutto il corpo (che secondo me sono uova perchè lucidi come lo zuchero) che si internano nella pelle e mi danno un prurito pazzesco. Sono più di due anni che mi cambio 2 volte al giorno, lavo e passo tutto col vapore. A questo punto non sò più che cosa fare. Ho portato ad analizzare diversi campioni di insetti e l’unico consiglio è stato di allontanarmi dalla campagna perchè sembra che io sia stata affetta da un acaro vegetale. Premetto che in passato ho avuto cani e che a tutt’oggi ho dei gatti di cui alcuni rustici e 2 domestici. I domestici sono naturalmente trattati con gli antiparassitari (frontline combo spot-on) Ringrazio anticipatamente se qualcuno mi potesse aiutare. Cordiali saluti Amedea Fortini

  2. atlantemedicina Says:

    Ciao Amedea. Intanto bisogna capire cosa hai, cioè, se hai una follicolite o meno, perché la follicolite è una condizione ben diversa da una parassitosi.. Non ho capito una cosa, hai già consultato un bravo dermatologo?

  3. Buona sera, sono una ragazza di 17 anni che soffre di follicolite. ll problema si è manifestato l’anno scorso in estate dove il mio medico mi ha detto che era un infezione da piscina. Dpo lunghi mesi di cure con gentalyn beta sono “guarita”, lasciandomi solo alcune macchie brune. Ora il problema sta risorgendo ho tutta la parte dei glutei pieni di pustole!! Io credo che sia dovuto ad un attrito con jeans stretti visto che in piscina non ci sono mai andata.. Vorrei andare dal dermatologo ma la mia paura è che lui non riesca a risolvere il mio problema e che sarò sempre affetta da ciò

  4. atlantemedicina Says:

    Ci sta che dipenda dall’attrito con gli abiti, ad ogni modo, al di là della causa, devi andare dal dermatologo, che può valutare se si tratta davvero di follicolite e quindi prescriverti la terapia adeguata. Ciao!

  5. Ciao, ho 24 anni e all’incirca da uno soffro di una follicolite recidivo coadivante, così mi è stata diagnsticata dal mio dermatologo. Gli altri, e ne ho consultatati diversi, non mi hanno dato un’altra diagnosi. in sostanza mi sono usciti una decina di grossi brufoli, dolorosissimi e molto grossi, 6-7 di fila nell’arco di 2-3 mesi, il resto molto distanti dagli altri. Ho fatto svariate analisi ma a parte l’infezione non mi usciva nulla, ho provato tutto da antibiotici a creme a base di cortisone di tutti i tipi..niente da fare, hanno sempre dovuto fare il loro corso. L’unica cosa che posso fare quando ne ho uno (ed escono uno solo alla volta) è cercare di far uscire l’infezione manualmente, ovviamente usando tutte le accortenze ed i disinfettanti in commercio..). Posso dire con convinzione di essere una persona pulita che vive in un ambiente pulito; sulla parte alta delle gambe e sui glutei, dove mi sono apparsi, non mi sono mai depilata quindi non dipende assolutamente dal rasoi, non sono provvista di molti peli pur essendo mora. Sono disperata ..è una sofferenza vera e propria. Ciao

  6. atlantemedicina Says:

    Hai fatto anche accertamenti immunologici? E il test per la celiachia? Ciao!

  7. è vero comunque che bisognerebbe di evitare la maggior parte dei rasoi elettrici con questo tipo di problema…

  8. X Amedea: Fai l’esame parassitologico su 3 campioni. Devi prelevarle necessariamente per tre giorni consecutivi. Mi raccomando le feci non devono andare a contatto con l’acqua del wc o con l’urina e non devi assumere antibiotici o medicinali che potrebbero falsarti il risultato. Quindi puoi provare a farla su una traversina o su un piatto di plastica collocato all’interno del wc e poi prelevare un campione con l’apposito cucchiaio del contenitore per le feci. Subito dopo chiudilo e conservalo in frigo. Mi raccomando di tenerlo nel cassetto del frigo dove si tengono le verdure che è la zona più ideale. Spero di esserti stato utile in qualche modo. Inoltre, non è detto che l’antiparassitario che hai preso sia quello adatto ai parassiti che hai in corpo. In base al tipo di parassita c’è una cura differente (tenia, ascaridi, e così via). Inoltre per alcuni parassiti bisogna munirsi anche di un lassativo o di ripetere il trattamento a distanza di una settimana se non erro. Saluti

  9. Mi è stata diagnosticata una dermatite esogena strofulo, prendo 2 cp di cetirizina 10mg al dì, uso gentalyn beta sempre 2 volte al giorno, ho le braccia spaventosamente coperte di bolle rosse, pruriginose, mi è stato detto che, se non passano in 20 giorni, dovrò ricorrerere agli antibiotici, ci sono altri rimedi? Di notte mi sveglio con un prurito pazzesco, e, non sempre riesco a trattenermi, ringrazio per la risposta saluti cordiali

  10. Cara Carmes, questo non è un sito di consulenze mediche, a maggior ragione se si tratta di problemi dermatologici che non possono essere “visti”. Il mio consiglio quindi è di rivolgerti a un bravo dermatologo per confermare la diagnosi e la terapia. Ciao!

  11. Buona sera. sono una ragazza di 29 anni da 4 mesi ho un problema diagnosticato dal dermatologo: follicolite da ceretta. Mi ha prescritto creme neutre, antibiotico e ossido di zinco. Dopo 3 settimane l’unico miglioramento è che è diminuito il prurito, che ho su braccia, shiena e coscia. Ho notato che appena faccio la ceretta mi aumenta il rossore e il prurito, ultimamente con macchie anche sulla fronte. Sentiti ringraziamenti.

  12. Cara Greta, come detto più volte, questo non è un sito di consulenze mediche, a maggior ragione se si tratta di problemi dermatologici che non possono essere “visti”. Il mio consiglio quindi è di rivolgerti nuovamente al tuo dermatologo per fargli valutare la risposta alla terapia che ti ha prescritto. Ciao!

  13. Salve mi chiamo Lisa, e da due mesi che nella zona dell’inguine ho due palline sottocutanee una a destra e una a sinistra.. Io sono convinta che si tratti di due peli incarniti. Se così fosse lei mi consiglia?

  14. Cara Lisa, Atlante Medicina non è un sito di consulenze mediche anche perché è veramente impossibile capire di cosa stiamo parlando senza vedere le manifestazioni dal vivo: in altre parole, io ti consiglio di andare dal tuo medico e di farti visitare per capire di cosa si tratta. A presto! AM

  15. elena marino Says:

    Buongiorno sono Elena, volevo chiedere se la follicolite può manifestarsi anche a seguito di massaggi. Causa un incidente stradale devo sottopormi a massaggi fisiatrici ed alla prima seduta, dopo l’uso del solito olio, anche se anallergico, sul dorso mi sono comparsi innumerevoli bruffolini rossi che prudono, se li tocco fanno male e diventano enormi. Già anni fa, sempre a causa di cure fisiatriche ho avuto lo stesso problema, ho dovuto diminiuire le sedute ed utilizzare solamente del talco in sede di terapia. Il tutto l’ho poi risolto con una pulizia profonda ed utilizzando gentalin beta. Eventualmente, anche per asciugarli, è possibile esporsi a lampade abbronzanti ovvero l’infezione potrebbe aggravarsi? Grazie e buona giornata

  16. Beh, la follicolite si trasmette per contatto quindi è possibile, ma una sintomatologia così immediata e pruriginosa fa pensare a un fatto allergico o altro.. hai consultato un dermatologo?
    Quanto alle lampade abbronzanti, non è consigliato utilizzarle in sedi cutanee infiammate. Non dimenticare che le lampade possono essere nocive, in particolare laddove la cute non è integra e quindi non perfettamente in grado di rispondere a dovere agli agenti esterni.

  17. Marcella Says:

    Oltre ai “bravi dermatologi”, che spesso bravi non sono e prescrivono solo cortisone e antibiotici, considerate anche un approccio alternativo ai problemi della pelle: fitoterapia e agopuntura sono in grado di risolvere molto. inoltre prodotti come l’olio di Neem o l’olio essenziale di limone possono protarebuoni risultati dove i medicinali di sintesi falliscono. Un saluto.

  18. giovanni Says:

    Da tempo mi viene su parte del corpo uno-due gonfiamenti e arrossamenti, poi scoppiano ad un forte dolore con una maturazione di pus. Da cosa è dovuto? Devo fare degli esami del sangue specifici?

  19. Salve, da due anni soffro di follicolite, scoperta all’ultimo controllo dermatologico visto che i primi medici non ne sapevano nulla. Pensavo acne. Sto facendo uso di creme MASKRIM, DUAC e infine abbiamo provato con AIROL senza risultati.

  20. Buongiorno mi chiamo moreno ho 44 anni. Volevo se possibile avere dei consigli riguardo al mio problema: da luglio 2012 mi sono comparsi dei brufoli nei follicoli dei peli nel busto, collo e viso dopo varie visite dermatologiche e una serie di cure antibiotiche e pomate cortisoniche senza alcun esito positivo ho fatto una biopsia e mi hanno diagnosticato una follicolite pustulosa eosinofila, sto attualmente assumendo una terapia di deltacortene 25 mg e una pomata elidel 10 mg ma i risultati sono tutt’altro che positivi. Ho effettuato anche il test hiv risultato negativo. Potreste gentilmente indirizzarmi su qualche centro specializzato nel tipo di malattia rara che ho contratto oppure conoscete qualche paziente affetto dallo stesso problema che è guarito in modo che io possa contattarlo? Oppure potete darmi dei consigli? Grazie..

  21. riccardo Says:

    Salve sono Riccardo ho 41 anni, già due anni fa avevo un prurito atroce che mi veniva sopratutto di notte o quando mi spogliavo per far la doccia…il prurito era sempre all’altezza della molla dello slip e alle molle dei calzini e anche sul petto….il dermatologo mi disse che lo strofulo, questo problema fu curato in circa un mese con creme e altre cose, ma adesso dopo due anni è ricominciato tutto. Ma possibile che è ricomparso? Cosa devo fare per far si che non succeda?

  22. @giovanni: difficile rispondere sulla base di questi pochi dati. E’ necessario che ti faccia visitare dal tuo medico e, eventualmente, da un dermatologo.

  23. @Moreno: Mi spiace ma non so aiutarti… Hai provato una crema cortisonica locale?

  24. @Riccardo: In Medicina tutto è possibile, soprattutto quando si tratta di una manifestazione cutanea di cui ancora non sappiamo molto e che forse è dovuta ad insetti.. Comunque prima di tutto, fatti vedere dal tuo dermatologo: potrebbe anche trattarsi di altro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: