Nevo spilus

Ieri in ambulatorio abbiamo visto un caso di Nevo Spilus (o Naevus Spilus o congenital Speckled Lentiginous Nevus).

//dermoscopic.blogspot.com)

Nevo spilus (tratto da http://dermoscopic.blogspot.com)

Questo curioso nevo si presenta come una macula ipercromica simile a una chiazza caffélatte ben demarcata, solitamente rotondeggiante o ovalare e di dimensioni nell’ordine dei centimetri di diametro. Tale macula che contiene, al suo interno, alcuni nei di pochi mm di diametro e di colore scuro.
La chiazza ipercromica è presente già alla nascita (si tratta di un nevo melanocitico congenito) ed è istologicamente simile alle comuni lentigo (lentiggini) ovvero è dovuta ad una semplice ipermelanosi dell’epidermide. I nei al suo interno compaiono successivamente e sono tipici nevi melanocitici giunzionali o composti.

Il nevo spilus è solitamente unico e si localizza frequentemente al tronco (sebbene si possa riscontrare in qualunque distretto corporeo).

Negli ultimi anni sono stati segnalati casi di evoluzione in melanoma: di conseguenza tale neo (come tutti i nevi congeniti) deve essere monitorato nel tempo.

Per approfondire vi segnalo una review (non free): 2007 – Vaidya DC – Nevus spilus.

Advertisements

4 Risposte to “Nevo spilus”

  1. Volevo qualche informazione circa questo nevo. In particolare volevo sapere se esistono metodologie utili per l’eliminazione o almeno la riduzione (schiarire) di questo nevo. Inoltre volevo sapere qual’è la differenza tra questo e una macchia caffè-latte; e la differenza tra i nei presenti all’interno e le lentiggini.
    Grazie

  2. – In merito allo schiarimento del nevo, è probabile che esistano tecniche che lo permettono, ma devi rivolgerti a uno specialista per saperne di più.
    – Le macchi caffè-latte sono solitamente più scure del nevo spilus, e soprattutto, a differenza di quest’ultimo, non contengono nevi al loro interno.
    – Le lentiggini sono semplici zone di maggior produzione di melanina, mentre i nei sono costituiti da “nidi” di melanociti. Non a caso le lentiggini compaiono o si scuriscono in estate (periodo di maggior produzione di melanina per l’esposizione cutanea al sole), mentre i nei non sono influenzati in alcun modo dalle condizioni ambientali.
    Ciao e grazie a te!

  3. Mio figlio di 10 anni ha un nevus spilus simile a quello nella foto; un dermatologo ha consigliato l’asportazione a titolo preventivo mentre un altro ha decisamente disapprovato e consigliato di non operare….voi cosa ne pensate?

  4. @paolo: che hanno ragione entrambi purtroppo! L’evoluzione neoplastica non si può escludere nè dare per certa. Forse la soluzione giusta potrebbe essere monitorare con costanza nel tempo il nevo… oppure consultare un terzo dermatologo che sciolga ogni dubbio in merito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: