Cefaloematoma… o tumore da parto??

Un rapido post per ricordare che cefaloematoma e tumore da parto sono entità differenti e rientrano nei traumi da parto. I traumi da parto sono abbastanza frequenti e sono dovuti alle forze meccaniche che prendono parte al parto. I fattori predisponenti sono macrosomia, distocia, parto prolungato ela presentazione di natiche.

TUMORE DA PARTO (o caput succedaneum): è una tumefazione tessuti molli del cuoio capelluto del neonato, a carico delle parti presentate. Si tratta di un edema che compare precocemente e che può  estendersi sopra più ossa del cranio. Si risolve spontaneamente nel giro di pochi giorni.

CEFALOEMATOMA: tumefazione che compare sul capo del neonato dopo 6-24 ore dal parto (e quindi più tardi rispetto al tumore da parto). E’ causato dal sanguinamento sottoperiosteo di un osso della volta cranica: si tratta di una tumefazione a margini netti che si arresta a livello della sutura, in corrispondenza dell’interruzione del periostio. Si riassorbe nel giro di 2-3 settimane.

Su netterimages.com si trova un’immagine che chiarisce bene la differenza tra queste due condizioni. Cliccate qui: http://www.netterimages.com/image/3708.htm.

Ci chiediamo..perchè si dice “caput succedaneum”??? “Succedaneum” in latino significa “sostituto”.. significa quindi che il tumore da parto può avere l’aspetto di una “testa” accessoria? Qualcuno sa darci lumi?? Grazie!!

Advertisements

18 Risposte to “Cefaloematoma… o tumore da parto??”

  1. Ciao Elisa, è sempre bello fare un ripasso di medicina interna o di ostetricia tra un’endoscopia e l’altra. Complimenti
    Un salutone

    Alberico

  2. atlantemedicina Says:

    Grazie mille Alberico!
    Purtroppo non ho tutto il tempo che vorrei dedicare ad Atlante Medicina..ma cerco di fare il possibile!
    Ciao!

    Elisa

  3. colcavagno Says:

    A chi lo dici!! 🙂
    Ciao

    Alberico

  4. Beh, credo che succedaneum derivi proprio dal fatto che per le dimensioni può sembrare un’altra testa!

  5. atlantemedicina Says:

    Si, lo penso anche io..! 🙂
    Però curiosamente non ho trovato nulla sui testi.
    Buona giornata a tutti!

  6. Salve, mia figlia ha avuto un cefaloematoma, è diventato duro anziché scomparire, come si spiega la cosa? Grazie

  7. Se la diagnosi di cefaloematoma è sicura, verosimilmente si tratta di una evoluzione diversa dal solito. Probabilmente il sanguinamento si è organizzato, diventando materiale fibrosi, senza quindi riassorbirsi del tutto.

  8. Anche a mio figlio è stato diagnosticato un cefaloematoma che però è diventato duro, volevo sapere se c’erano delle cure per ridurre od eliminare la tumefazione

  9. Mia figlia ha un cefalhematom. Un mese è passato e non è scomparso. Nel caso in cui calcifichi si può fare qualcosa? Non vorrei che la mia bambina rimanesse con la testa così deformata.. Sono disperata, sono rumena, qui la dottoressa mi ha detto di aspetare ancora 2 mesi ma ho paura…

  10. Cara Sabina, penso che abbia ragione la tua pediatra..aspetta ancora un po’ prima di allarmarti! In ogni caso, anche se calcificasse, il cranio dei lattanti è molto malleabile e si modifica sotto la spinta della crescita del cervello, perciò non c’è niente di definitivo a questa età. Ciao!

  11. Salve mio figlio ha ormai 17 mesi e presenta ancora il cefaloematoma dalla nascita, ormai calcificato. Mi dovrei preoccpare? il pediatra dice che con la crescita non si vedrà piu’. Ma a livello fisico puo’ portare problemi? Dovrei farlo vedere da uno specialista? Grazie

  12. Cara Tania, il tuo pediatra ha ragione, con la crescita del cervello e quindi quella del cranio, il cefaloematoma calcificato non si noterà. Dal punto di vista clinico poi non comporterà alcun problema.

  13. grazie mille!

  14. Mio figlio ha 5 mesi ma è ancora presente il trauma da parto, necessita di un ecografia?

  15. Beh, tuo figlio necessita tanto per cominciare di una accurata visita da parte del tuo pediatra per capire di cosa si tratta esattamente (tumefazione molle? tumefazione dura? altro? altri segni e sintomi associati?) quindi si può senz’altro ricorrere all’ecografia (esame non invasivo, del tutto innocuo) per farsi un’idea più chiara della situazione ed eventualmente procedere con altre indagini.

  16. Salve mi hanno consigliato di portare il mio bambino di 3 mesi con 2 bernoccolini in testa dovuti al parto dall’osteopata.
    lo ha consigliato a mia cugina lo stesso ospedale in cui a partorito a milano. La mia pediatra non è molto d’accordo. Aiuto!!!
    Che fare??

  17. @valeria: sicuramente il tuo pediatra è in grado di valutare se si tratta di cefaloematoma o di tumore da parto e, in entrambi i casi, di suggerirti la cosa giusta da fare.

  18. Salve, mia figlia ha quasi 3 mesi. Io da sola ho notato questo bernoccolo duro che si é presentato alla 3-4 settimana si vita di mia figlia. L’ho portata dalla pediatra, mi ha detto che non era nulla e di stare tranquilla perché questa era la forma della sua testa. 2 settimane dopo circa ne esce un’altro sul lato sinistro però più piccolo. Anche in questo caso ho parlato con la pediatra e mi ha detto che era questa la forma della sua testa. A lungo andare, invece di prosciugarsi su entrambi i lati, sul lato destro é notevolmente ingrossato, sul lato sinistro non é ingrossato ma sta sparendo pian pianino. Sono preoccupata perché la mia pediatra credo che stia sottovalutando questa cosa. La prego, mi può dire di cosa si tratta? Questi giorni la porto in ospedale reparto pediatria.
    Grazie in anticipo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: