ECG, questo sconosciuto – 2

Torniamo a  parlare di ECG. Nel primo post abbiamo esaminato la carta millimetrata e l’aspetto e il significato delle onde e del QRS classico. Vediamo ora alcuni esempi delle derivazioni (ricordate che aVR è uguale e opposto a D1 e che ogni derivazione registra un impulso con un’onda positiva se vede venire l’onda verso di sè):

Derivazioni bipolari

Derivazioni bipolari

Derivazioni unipolari aumentate

Derivazioni unipolari aumentate

Derivazioni unipolari toraciche

Derivazioni unipolari toraciche

Ma cosa vediamo all’ECG? Nel soggetto normale si riconosce facilmente il cosiddetto RITMO SINUSALE (che prende origine dal nodo del seno). Tale ritmo si riconosce per:
– costante presenza di ONDE P di morfologia normale e 0,12 secondi di duranta, positiva in tutte le derivazioni, tranne che in aVR; 
QRS di frequenza COSTANTE (intervallo costante tra due R successive), morfologia normale e 0,10 secondi di durata. Ogni QRS è preceduto da un’onda P;
– intervallo PR di 0,12-0,2 secondi di durata;
– frequenza cardiaca compresa tra 60 e 100 bpm (se >, TACHCARDIA SINUSALE, se < BRADICARDIA SINUSALE).
ST isoelettrico (non sopra o sottoslivellato).

Con l’ECG si può anche ricavare la posizione dell’asse cardiaco, che normalmente è tra 0 e 90°. (se < è deviato a sx, se > a dx) Come si valuta l’asse? Si rileva una derivazione con QRS difasico (mezza deflessione negativa e mezza positiva): questa derivaz è perpendicolare al vettore che rappresenta l’asse. Quindi si individua la derivazione perpendicolare alla derivazione rilevata, e se in questa R è +, il vettore cardiaco è orientato nel suo stesso verso, altrimenti in senso opposto. Se non si individua alcuna derivazione difasica si cerca la derivazione con la R più +, e quella sarà la derivazione parallela al vettore.

Una delle alterazioni dell’ECG che si riscontra con maggior frequenza, soprattutto nei giovani, è la cosiddetta ARITMIA RESPIRATORIA: gli intervalli RR ciclicamente aumentano e diminuiscono di durata, e ciò è dovuto all’influenza della respirazione sull’attività cardiaca: il centro del respiro tramite iun meccanismo riflesso, in cui è coinvolto anche il seno carotideo, provoca un rallentamento della FC. D’altro canto con l’inspirazione aumenta il ritorno venoso e il cuore deve smaltire più sangue, mentre con l’espirazione la pressione venosa aumenta e quindi diminuisce il ritorno venoso.
L’aritmia respiratoria può essere rilevata facilmente anche palpando i polsi. Ecco un esempio:

Aritmia respiratoria (archivio personale)

Aritmia respiratoria (archivio personale)

Annunci

7 Risposte to “ECG, questo sconosciuto – 2”

  1. atlantemedicina Says:

    Auto commento..
    L’aritmia respiratoria deriva da un meccanismo riflesso o dalle variazioni di ritorno venoso dovute alla meccanica respiratoria? Io credo alla seconda, ma sui testi trovo il meccanismo riflesso..chiedo lumi! 😀
    Elisa

  2. Sono in bus e con pc degli autisti e pennina wind gli installo avast e approfitto per dirti che il tuo blog è splendido! Brava anzi bravissima!

  3. atlantemedicina Says:

    Troppo buono..
    Ma sarà ancora meglio quando parteciperai anche tu attivamente! 🙂
    Buon fine settimana!
    Elisa

  4. Ok secondo me dico una castroneria ma a mio avviso puo’ dipendere da entrambe..ad esempio sotto sforzo intenso credo sia possibile che un alterato ritorno venoso dovuto al’attività fisica intensa possa indurre un aritmia resp temporanea. Dico questo non da medico ovviamente ma devo averlo leggiucchiato da qlc parte..

  5. atlantemedicina Says:

    Io sono d’accordo. con te: ho sempre saputo che il responsabile delle aritmie respiratorie è il ritorno venoso.. ma aver letto del meccanismo riflesso mi ha mandato un pò in confusione. Di sicuro si tratta di entrambe le cose, ma sarebbe interessante saperne di più!
    Grazie per il contributo! 🙂
    Elisa

  6. mi piace molto il sito, da poco che lo sto seguendo.
    Non mollare.

  7. Grazie mille e benvenuto! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: