Nevo di Sutton

Vi è mai capitato di vedere un nevo apparentemente normale, ma circondato da un alone ipo/acromico?

Nevo di Sutton

Nevo di Sutton

Scommetto di si. Questo curioso fenomeno viene chiamato nevo di Sutton o leucoderma centrifugo acquisito: talvolta può capitare che i melanociti di un nevo vengano riconosciuti come anomali dal sistema immunitario e attaccati, (tipicamente durante l’adolescenza) provocandone la scomparsa, dalla periferia verso il centro. Visivamente si può quindi osservare la comparsa di un alone ipocromico attorno al nevo, con corrispondente riduzione delle sue dimensioni. Il nevo finisce per scomparire, sostituito da una macula ipocromica, che poi scompare a sua volta.
Si tratta di un processo del tutto privo di rischi, per cui non è necessario alcun intervento medico né tanto meno chirurgico.

Annunci

7 Risposte to “Nevo di Sutton”

  1. Sempre più interessante…. Complimenti per l’iconografia!

  2. atlantemedicina Says:

    Grazie! 🙂
    D’altra parte i pazienti in carne ed ossa ci sono..perchè rivolgersi ai testi quando basta una digitale??

  3. buonasera io ne ho circa una decina di nevi di sutton. purtroppo le chiazze bianche non sono mai scomparse e quando prendo un po di sole diventano rosa. qualcuno può darmi un consiglio su cosa fare. grazie

  4. atlantemedicina Says:

    Il nevo di Sutton multiplo è piuttosto raro (vedi: http://www3.interscience.wiley.com/cgi-bin/fulltext/122413347/HTMLSTART ).
    Innanzitutto, sei sicuro che si tratti proprio di nevi di Sutton? Sei stato visto da un dermatologo? Se si tratta proprio di nevi di Sutton penso che sia verosimile che le aree ipopigmentate si arrossino al sole proprio per il fatto che sono carenti di melanina..io abbonderei con le creme solari prima dell’esposizione.

  5. Alessandra Says:

    Proprio ieri il dermatologo mi ha diagnosticato un nevo di Sutton su un fianco. Mi ha tranquillizzata dicendo che non è nulla di grave, ma mi ha raccomandato di proteggerlo sempre con creme ad altissima protezione solare quando mi espongo ai raggi UV onde evitare scottature. Mi ha anche detto che la parte depigmentata non tornerà mai più normale.

  6. C’è una alternativa per nascondere un nevo di sutton con fototerapia??

  7. Io eviterei l’esposizione solare artificiale o naturale su un nevo di Sutton per due motivi: l’area depigmentata è meno protetta nei confronti dei danni da esposizione solare e in secondo luogo si tratta di una zona in evoluzione, con un processo infiammatorio in atto.. Di conseguenza lascerei senz’altro la guarigione al tempo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: